fbpx

Penne piselli, mazzancolle e curcuma

penne-piselli-e-mazzancolle-curcuma_ricette_equilibrium_intelligent_food

Ingredienti per 4 persone

  • 350 g di pasta
  • 150 g di piselli sgranati
  • 100 g di mazzancolle
  • 2 cucchiaini di curcuma
  • Brodo vegetale
  • Olio extra vergine d’oliva Equilibrium
  • Sale
  • Pepe
Per questa ricetta abbiamo utilizzato:

Come preparare le penne con piselli, mazzancolle e curcuma

  • Sgranate i piselli e sbollentateli in acqua salata per 5 minuti;
  • Pulite le mazzancolle staccando loro la testa e privandole del carapace;
  • Scaldate in una padella tre cucchiai di olio. Unite poi la curcuma e fatela sciogliere;
  • Aggiungete i gamberi e fateli cuocere per 2 minuti;
  • Unite infine i piselli e fate amalgamare i sapori per un altro paio di minuti;
  • Cuocete la pasta al dente, scolatela e versatela nella padella del condimento;
  • Mantecate aggiungendo un mestolino di acqua di cottura della pasta.

Piselli: caratteristiche & valori nutrizionali

I piselli sono i legumi contenuti nei baccelli di una pianta erbacea della famiglia delle Fabacee. Meno ricchi di amido rispetto ad altri legumi, sono più digeribili e possono essere consumati anche da chi ha difficoltà a digerire fagioli e ceci. Questi legumi sono perfetti per le diete ipocaloriche e ipolipidiche, perché contengono pochi grassi e poche calorie. Freschi contengono ferro, fosforo, calcio, potassio, vitamina A, B1, C e PP. Secchi sono invece più calorici e contengono principalmente ferro, magnesio e zinco.

I piselli freschi sono un alimento gustoso e povero di grassi. Apportano circa 80 kcal ogni 100 gr di prodotto e hanno un buon contenuto di fibre, carboidrati e proteine (in minor misura rispetto ad altri legumi). Si possono mangiare freschi o secchi e si abbinano perfettamente a pasta, riso, orzo, farro e cereali, ma sono ottimi anche come contorno per secondi di carne e pesce.

Mazzancolle: caratteristiche & valori nutrizionali

Le mazzancolle sono crostacee della famiglia Peneide che solitamente troviamo in commercio con il nome di “Gambero Imperiale”. Le mazzancolle del Mediterraneo sono di forma allungata con striature brune o rosse. Il loro colore varia tra il grigio ed il rosa a seconda delle dimensioni del crostaceo e della zona di cattura. Gli esemplari più sviluppati possono raggiungere fino ai 100g di peso per circa 20cm di lunghezza.

Questi crostacei sono alimenti dalle discrete proprietà nutrizionali che costituiscono un’alternativa salutare ai derivati della carne. A livello di macronutrienti troviamo pochi grassi, buoni livelli di ferro, calcio e vitamina A, B1 e B2. Buono anche il rapporto tra Omega3 e Omega6. Nonostante il basso contenuto di grassi, sono tuttavia poco indicati per chi soffre di obesità. Infatti, vista l’elevata concentrazione di colesterolo, si consiglia di non assumerne mai più di 2-3 porzioni a settimana.

Le mazzancolle sono perfette per ogni tipo di preparazione: crude, bollite, fritte, allo spiedo, alla griglia o in brodo. Per un grande classico della cucina Mediterranea, provate ad aggiungere i crostacei ad altri molluschi (polpo, vongole, cozze) e tranci di pesce (gallinella, scorfano e coda di rospo) per preparare la famosa zuppa alla livornese. E non dimenticatevi di accompagnarla con crostoni di pane croccante…

Curcuma: caratteristiche & valori nutrizionali

La Curcuma è utilizzata da oltre 2500 anni come medicina naturale. I suoi effetti benefici sono stati evidenziati in oltre 700 studi scientifici che hanno dimostrato il suo potenziale nella prevenzione di moltissimi disturbi tra cui: Artriti, Allergie, Aterosclerosi, Diabete e Obesità. La curcumina, il suo principio attivo, evita i picchi glicemici e insulinici ed è particolarmente indicata per:

> Ridurre lo stato infiammatorio indotto dall’iperglicemia
> Modulare i difetti da fibrosi cistica
> Abbassare il colesterolo
> Stimolare il metabolismo e ridurre l’accumulo di grassi

La curcumina è infatti un rinomato e potente antinfiammatorio naturale che, se assunta regolarmente in un regime alimentare equilibrato, migliora gli stati infiammatori tipici di coloro che soffrono di obesità, diabete e malattie cardiovascolari (Anticancer Res. 2015 Feb;35(2):645-51. Review).

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Torna su