Focaccine di ceci con hummus

Ricette

Focaccine di ceci con hummus

Ingredienti per 4 persone

Ingredienti per le focaccine

  • 400 g di farina di grano duro 
  • 100 g di farina di ceci 
  • 130 g di acqua 
  • 20 g di olio 
  • 15 g di lievito di birra 
  • 6 g di sale 
  • Mezzo cucchiaino di miele/malto d’orzo

Ingredienti per l’hummus

  • 500 g di carote
  • 100 g di tahina
  • 20 g di zenzero
  • Olio evo Equilibrium Food
  • Sale
  • Pepe
Per questa ricetta abbiamo utilizzato:

Come preparare le Focaccine di Ceci con Hummus

Per preparare le focaccine di ceci con hummus comminciate dall’impasto:

  • ponete le due farine setacciate in un recipiente capiente, aggiungete l’acqua (che deve essere a temperatura ambiente) e cominciate ad impastare;
  • Unite li lievito sciolto in poca acqua tiepida ed una volta incorporato all’impasto unite il sale, il miele o malto d’orzo ed infine l’olio;
  • Impastate energicamente per una decina di minuti poi formate una palla con l’impasto;
  • Mettete l’impasto a lievitare coperto in un luogo asciutto e a temperatura costante. Di solito il forno spento si presta perfettamente alla lievitazione;
  • Fate lievitare per tre ore o poco meno (sui tempi della lievitazione incidono vari fattori come la temperatura esterna, l’umidità della giornata, la farina), comunque sino a quando l’impasto avrà raddoppiato il suo volume;
  • Terminata questa prima lievitazione stendete l’impasto ed aiutandovi con un coppapasta (o anche con il fondo di un bicchiere) ricavate dei dischetti;
  • Posizionate i dischetti su una teglia, cospargeteli con un po’ di olio e sale e fateli lievitare (sempre al coperto e con una temperatura costante) per altri 40 minuti;
  • Cuocete le focaccina in forno statico a 200° per 15 minuti circa;
  • Preparate l’hummus. Pelate le carote e tagliatele a pezzettoni;
  • Cuocete le carote al vapore per 7/10 minuti al massimo, devono rimanere croccanti;
  • Frullate la carote aggiungendo prima la tahina e poi un cucchiaino di olio e lo zenzero grattugiato;
  • Salate e pepate l’hummus e poi fatelo riposare sino a quando non si raffredderà;
  • Servite le focaccine accompagnandole con l’hummus.

Ceci: caratteristiche & valori nutrizionali

ceci, dal punto di vista nutrizionale, sono un’ottima fonte di proteine vegetali e acidi grassi polinsaturi. Oltre alla ricchezza di proteine, sono fonte di sali minerali quali: calcio, ferro, fosforo, potassio, vitamina A e del gruppo B.

Rispetto ad altri legumi, sono più ricchi di lipidi e calorie. I ceci sono infatti un alimento mediamente calorico ed energetico: 100g cotti (senza aggiunta di sale) apportano circa 120 kcal.

Questi legumi sono però un’ottima fonte di fibre, vitamine e saponine (sostanze che aiutano a ridurre i livelli ematici di trigliceridi e colesterolo) e sono consigliati per mantenere le ossa in salute e abbassare il colesterolo. Infine, per il contenuto di potassio, i ceci sono benefici per preservare la salute del cuore e la buona circolazione del sangue.

Carote: caratteristiche & valori nutrizionali

Le carote sono le radici della pianta Daucus carota. Ricche di caroteni, che le consumiate cotte o crude fa lo stesso, perché la cottura non pregiudica l’utilità dei caroteni che sono resistenti al calore. Le carote sono anche una buona fonte di flavonoidi, pigmenti antiossidanti che agiscono positivamente sul sistema cardiovascolare e particolarmente indicate nell’alimentazione infantile.

Si tratta di un alimento poco calorico, 100 g di carote crude e non condite apportano circa 35 calorie. Quasi il 90% del peso è costituito da acqua, il 7% da carboidrati, l’1% da proteine, il 3% circa da fibra alimentare e da una quantità davvero trascurabile di grassi. Sono una buona fonte di vitamina B, C, PP, D e E. Anche l’apporto di sali minerali è abbondante. Infatti, questo ortaggio è ricco soprattutto di potassio, ferro, calcio, fosforo, magnesio e zinco.

In cucina sono un ingrediente piuttosto versatile: consumate crude e cotte sono ottime come contorno oppure centrifugate per preparare succhi ricchi di proprietà benefiche. Hanno proprietà antiossidanti, immunostimolanti e aiutano anche a regolare l’intestino, oltre che agire come antianemico facendo aumentare il numero di globuli rossi nel sangue.

Un “trucchetto” utile per assimilare ancora di più il betacarotene consiste nel condire le carote con qualcosa di grasso (olio oppure semi oleosi). Il grasso infatti aumenta esponenzialmente la biodisponibilità del betacarotene e può triplicare la capacità del nostro organismo di assimilarlo. Non fate invece l’errore di cuocerle e poi lasciarle troppo tempo (più di 5-6 ore) a temperatura ambiente, perché potrebbero formarsi sostanze pericolose.

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin