BLOG

Quando mangiare il cioccolato?

Cioccolato_Fondente_quando_mangiarlo

Quando mangiare il cioccolato? Come abbiamo già detto in questo articolo per assicurarsi tutti i benefici del cioccolato è bene scegliere quello fondente. Ancor meglio se con una percentuale di cacao più alta del 80%. In questo modo saremo certi di consumare fondente puro, che non contiene altre fonti di grassi vegetali oltre al burro di cacao. 

Cioccolato Fondente

Ma come è possibile inserire il cioccolato in un regime alimentare controllato?

Dovete sapere che una tavoletta da 100 grammi di cioccolato fornisce poco meno di 500 kcal. E questo basterebbe a coprire in un solo pasto da 1/4 ad 1/6 del fabbisogno calorico quotidiano (a seconda della persona). Le persone che godono di buona salute possono consumare anche due porzioni di cioccolato fondente al giorno. Ma tutto dipende dal tipo di dieta e dell’attività fisica seguita. Se siamo a dieta e cerchiamo di controlla la linea, possiamo essere perfettamente in grado di mangiarci un po’ di cioccolata senza avere rimorsi. L’importante è sapere quand’è il momento giusto per farlo.

Il cioccolato è un alimento energizzante. Quindi è fondamentale non esagerare. Per sapere quand’è il momento migliore della giornata per mangiarlo, è necessario fare attenzione all’indice glicemico degli alimenti che assumiamo. Più questo valore è alto, più si innalzeranno velocemente gli zuccheri nel sangue.

Gli alimenti dolci e zuccherini hanno un indice glicemico elevato, quindi sono quelli che si possono trasformare in grasso più velocemente di altri. Potete mangiare una fetta di torta o qualche quadrato di cioccolata in tutta tranquillità ma è utile seguire un metodo per contrastare l’innalzamento dei livelli di zucchero nel sangue come fare dell’attività fisica. Per avere il massimo apporto di energia sarebbe meglio mangiare il cioccolato a colazione o come spuntino di metà mattina.

Cioccolato: come inserirlo nella dieta?

Se non avete ancora chiaro quanto e quando consumare il cioccolato fondente, eccovi qualche semplice idea per ispirarvi. Tenete comunque presente che il cioccolato, ad esempio, è perfetto durante lo sport e le attività che richiedono molta concentrazione. 

Nei momenti di forte stress emotivo, mangiare un po’ di cioccolato fondente fa bene all’umore. Grazie al contenuto di serotonina infatti, il cioccolato ha l’effetto di un calmante naturale. Per integrarlo alla vostra dieta potreste consumarlo:

  • A colazione: spezzettare 20 gr di cioccolato nello yogurt o nei fiocchi d’avena integrale, oppure mangiarne qualche quadretto insieme a della frutta
  • Per lo spuntino della mattina: dai 20 ai 50gr di cioccolato fondente per fare il carico di energia durante attività che richiedono concentrazione e sforzo fisico.

Dimagrire con il cioccolato fondente

Alcune ricerche hanno dimostrato che il consumo di cioccolato fondente durante un regime alimentare dimagrante, quindi a basso apporto calorico, favorisce la perdita di peso. Ma prima che vi avventuriate in diete fai-da-te, ricordatevi che ogni regime alimentare a scopo dimagrante dovrebbe essere consigliato dal medico nutrizionista. 

Inoltre, il cioccolato a cui fanno riferimento gli studi, contiene l’80% di cacao ed è “amaro”, ossia povero di zuccheri. L’azione dimagrante è probabilmente dovuta all’apporto di polifenoli, caffeina e teobromina. Tutti questi componenti aiutano anche ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo e diminuire l’assorbimento del glucosio.

Conclusioni

In questa serie di articoli vi abbiamo detto tutto ciò che c’è da sapere sul cioccolato. Il consiglio è sempre lo stesso: variate la vostra alimentazione! Non dovreste mai rinunciare a nessun alimento. Certo è che alcuni cibi, come il cioccolato, sono più calorici di altri ma se assunti con parsimonia e logica possono favorire il benessere del nostro organismo. Le parole d’ordine sono sempre equilibrio e moderazione. Mangiare sano senza rinunciare al piacere del cibo è possibile quindi la prossima volta che volete commettere un peccato di gola, concedetevi tranquillamente del cioccolato fondente ma non superate mai i 40 g al giorno! 

Cioccolato Fondente Equilibrium Food
Riferimenti bibliografici
  1. Effetti di flavanolo di cacao su marcatori di stress ossidativo e recupero dopo protocollo di danno muscolare in giocatori di rugby d’elite.
    de Carvalho FG, Fisher MG, Thornley TT, Roemer K, Pritchett R, Freitas EC, Pritchett K. Nutrizione . 2018 Nov 24; 62: 47-51. doi: 10.1016 / j.nut.2018.10.035. [Epub ahead of print]
  2. Effetto della teobromina nell’attività antimicrobica: uno studio in vitro. Lakshmi A, Vishnurekha C, Baghkomeh PN. Dent Res J (Isfahan) . 2019 Mar-Apr; 16 (2): 76-80.
  3. Relazione tra assunzione di cacao e stato sano: uno studio pilota in studenti universitari. Rodríguez-Lagunas MJ, Vicente F, Pereira P, Castell M, Pérez-Cano FJ. Molecole . 2019 Feb 23; 24 (4). pii: E812. doi: 10.3390 / molecules24040812.
  4. Cioccolato e rischio di malattie croniche: una revisione sistematica e una meta-analisi dose-risposta. Morze J, Schwedhelm C, Bencic A, Hoffmann G, Boeing H, Przybylowicz K, Schwingshackl L. Eur J Nutr . 2019 Feb 25. doi: 10.1007 / s00394-019-01914-9. [Epub ahead of print]. Dent Res J (Isfahan). 2019 Mar-Apr; 16 (2): 76-80.
Arginina

Arginina

Arginina Arginina: cos’è? L’arginina è un amminoacido essenziale particolarmente adatto ai bambini in fase di crescita e agli adulti sottoposti a stress o traumi fisici. Grazie alla presenza di Ossido Nitrico, una rilevante molecola di segnalazione, la sua funzione biologica è quella di mantenere una corretta omeostasi cellulare, ovvero favorire che tutte le funzioni dell’organismo

Leggi Tutto »
pepe nero

Pepe Nero e piperina: alleati della salute

Pepe Nero e Piperina: alleati della salute Il potere terapeutico del pepe nero era già riconosciuto nell’antichità. Gli Egizi ad esempio, lo utilizzavano nella miscela di sale e menta per pulire i denti. Ippocrate lo consigliava mescolato a miele e aceto come medicamento per i dolori ciclici femminili e Plinio il Vecchio, nella sua Historia

Leggi Tutto »
flora batterica intestinale

Flora batterica intestinale: il microbiota

Flora batterica intestinale: il microbiota La flora batterica intestinale, o microbiota, è un tema centrale per la ricerca alimentare. Cervello e intestino lo sappiamo, si influenzano a vicenda. Ad oggi però, grazie alla tecnologia per il sequenziamento dei genomi, esistono dati sempre più dettagliati su varietà e funzione dei microrganismi che popolano il tratto intestinale.

Leggi Tutto »

Vuoi raggiungere il tuo peso forma?

Scarica gratis le Linee Guida alla Corretta Alimentazione e scopri i menu giornalieri preparati dal nostro nutrizionista Derry Procaccini
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *